Vai a sottomenu e altri contenuti

Contributi ad associazioni, enti pubblici e privati

Il Comune di Tonara informa che è prevista la concessione di contributi di finanziamenti e benefici economici ad enti pubblici e soggetti privati, in relazione a quanto previsto dalla normativa vigente, assicurando la massima trasparenza all'azione amministrativa ed il conseguimento delle utilità sociali alle quali saranno finalizzate le risorse pubbliche impiegate.

L'osservanza delle procedure, dei criteri e delle modalità stabilite sono stabilite con il Regolamento Approvato con Delibera del C.C. n. 2 del 23 gennaio 2017.

I benefici economici erogati dal Comune, intesi quali vantaggi unilaterali ai soggetti destinatari, possono assumere la forma di:

  • contributi per l'attività ordinaria: consistono nella partecipazione dell'Ente alle spese effettivamente sostenute dal soggetto beneficiario per l'acquisto di beni e servizi necessari per attuare la propria attività sociale;
  • sovvenzioni per singole iniziative e/o manifestazioni: consistono nella partecipazione dell'Ente alle spese effettivamente sostenute dal soggetto beneficiario per l'acquisto di beni e servizi necessari per organizzare e realizzare iniziative non facenti parte dell'ordinaria attività del soggetto beneficiario, ancorché ormai ricorrenti e/o tradizionali, alle quali l'Amministrazione riconosca un particolare rilievo rispetto al perseguimento degli obiettivi propri dell'Amministrazione comunale;
  • sussidi: quando si tratti di interventi di natura sociale e/o assistenziale;
  • agevolazioni tariffarie: se ed in quanto consentite e previste dalla disciplina che regola l'erogazione dei rispettivi servizi;
  • vantaggi economici: consistono, alternativamente ai contributi per attività ordinaria, nella concessione in uso di locali per stabilirvi la sede o svolgere attività comunque rientranti nei propri scopi statutari da parte del soggetto beneficiario ovvero beni mobili di proprietà comunale adibiti ad uso sociale.

L'assegnazione di benefici economici è subordinata all'esistenza di un interesse pubblico delle attività oggetto di richiesta, che verrà valutato dall'Amministrazione comunale. Oltre alle provvidenze di natura economica è previsto l'istituto del patrocinio da parte del Comune.

I settori di intervento per i quali l'Amministrazione comunale può concedere benefici economici ad enti pubblici ed a soggetti privati sono i seguenti:

  • promozione culturale;
  • educativo e formativo;
  • sportivo e ricreativo;
  • socio-assistenziale;
  • sviluppo turistico ed economico;
  • culto pubblico;
  • tutela dei valori ambientali;
  • protezione civile.

La concessione di benefici economici può essere disposta dal Comune a favore di soggetti che esercitano prioritariamente la propria attività a livello locale e/o svolgono iniziative di specifico interesse a favore della Comunità locale, quali:

  1. enti pubblici;
  2. enti associativi e di cooperazione tra i cittadini: associazioni, fondazioni, ed altre istituzioni di carattere privato, dotati di personalità giuridica, nonché associazioni non riconosciute, cooperative senza scopo di lucro e comitati, dotati almeno di codice fiscale;
  3. imprese e singoli cittadini: qualora dall'esame della richiesta e dei criteri di ammissione della medesima risulti il prevalente interesse pubblico derivante dal relativo accoglimento.

Le domande di accesso ai benefici economici devono essere presentate, pena inammissibilità:

  1. per le attività prevedibili e ricorrenti, entro il 28 febbraio dell'anno cui sono riferite.
  2. per le iniziative non prevedibili e/o non ricorrenti, almeno venti giorni prima la realizzazione dell'evento.

Le istanze di ammissione alle provvidenze economiche devono essere presentate a cura del legale rappresentante/Presidente pro tempore del soggetto richiedente utilizzando la modulistica ufficiale.

Requisiti

Promozione da parte di enti ed associazioni di iniziative aventi rilevante interesse pubblico.

Costi

I contributi possono coprire al massimo il 90% della spesa ritenuta ammissibile.

Normativa

  • Regolamento Comunale approvato con Delibera di C.C. n. 2 del 23 gennaio 20177 egge 7 agosto 1990, n. 241 ''Nuove norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai documenti amministrativi'';
  • Legge 2 maggio 1974, n. 195 ''Contributo dello Stato al finanziamento dei partiti politici''
  • Legge 18 novembre 1981, n. 659 ''Modifiche ed integrazioni alla L. 2 maggio 1974, n. 195, sul contributo dello Stato al finanziamento dei partiti politici'';
  • Legge. 13 agosto 2010, n. 136 ''Piano straordinario contro le mafie, nonché delega al Governo in materia di normativa antimafia'';
  • D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 ''Testo unico delle leggi sull'ordinamento degli enti locali'';
  • Decreto Legislativo 18 agosto 2000, n. 267;
  • Articolo 19 della L. 19.03.1993 n.68;
  • Articolo 97 della Costituzione.

Documenti da presentare

  • Istanza
  • Programma delle manifestazioni
  • Prospetto delle spese delle spese
  • Bilanci e conti consutivi degli ultimi esercizi

Termini per la presentazione

Per le attività prevedibili e ricorrenti, entro il 28 febbraio dell’anno cui sono riferite. Per le iniziative non prevedibili e/o non ricorrenti, almeno venti giorni prima la realizzazione dell’evento.

Incaricato

Pier Luigi La Croce

Tempi interni

Quelli previsti dal singolo procedimento

Tempi complessivi

60 giorni

Documenti allegati

Documenti allegati
Titolo  Formato Peso
Modulo per la richiesta di contributo Formato rtf 35 kb
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto